Il governatore Zaia dà i numeri dell'alluvione in Veneto: danni per 1,2 miliardi

Il presidente della Regione, commissario per l'emergenza, ha presentato il bilancio ufficiale della tragedia del 31 ottobre. I Comuni coinvolti sono 293, su ben 140 ettari di territorio. Quei Comuni hanno chiesto risarcimenti, la cui entità varia dai 20mila ai 12 milioni di euro

Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia, commissario per l'emergenza, ha presentato i dati ufficiali sui danni causati dall'alluvione del 31 ottobre. I Comuni coinvolti sono 293 su circa 140 ettari di territorio. Quei Comuni hanno chiesto risarcimenti, la cui entità varia dai 20 mila ai 12 milioni di euro. I danni, al 98 per cento della conta, assommano a un miliardo - ha precisato Zaia - e probabilmente si arriverà ad un totale di un miliardo 200 milioni. Nelle prossime ore sarà inviato a Roma l'elenco delle imprese alluvionate, che sono parecchie migliaia. «Il fatto che il numero dei Comuni interessati sia passato da 131 dei primi giorni ai 293 - ha aggiunto Zaia - dipende dal fatto che tante sono state le richieste presentate dai sindaci, tutte legittime, anche se questo non significa che tutti siano stati danneggiati nella stessa maniera: ci sono Comuni che hanno avuto materiale spiaggiato e altri dove centinaia di abitazioni e imprese sono rimaste sotto due metri d'acqua per giorni. Per questo stabiliremo tre fasce di priorità attraverso un censimento molto puntuale, "chirurgico" e magari antipatico, ma necessario».
L'ordinanza governativa che nomina il commissario per l'emergenza è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale sabato scorso. «Da quella data partono i 45 giorni entro i quali vogliamo dare alle famiglie e alle imprese danneggiate un acconto per compensare i danni: faremo presto, faremo bene - ha promesso Zaia - e daremo un esempio di come si può affrontare in maniera davvero diversa una situazione così grave»