Il governo boccia la scuola federalista

Dopo l’aria e la caccia, il governo Prodi vuol cancellare anche la legge regionale sull’istruzione e la formazione professionale. Il consiglio dei ministri, accusa il governatore Roberto Formigoni che ieri ha convocato un’improvvisa conferenza stampa, ha deciso di impugnarla davanti alla corte costituzionale. Un atto che non avrà nessuna conseguenza sull’anno scolastico in corso, ma che rischia di far saltare le preiscrizioni in calendario per il prossimo gennaio. «Per questo - spiega Formigoni - chiederemo alla Corte di pronunciarsi al più presto. Quella del governo è una vera e propria dichiarazione di guerra alla scuola lombarda. Anticostituzionale, visto che questa è una competenza esclusiva delle Regioni». Duro anche il commento dell’assessore regionale Gianni Rossoni. «Noi combattiamo la dispersione scolastica, Se un giovane vuole interrompere gli studi per lavorare, almeno con la nostra riforma si ritrova con un titolo di studio in mano».