Il governo alla Camera domani. La Cdl: intervenga Prodi o D'Alema

Roma - Il governo riferirà sulla vicenda Mastrogiacomo a Montecitorio domani alle 11.30. Lo ha stabilito la conferenza dei capigruppo della Camera. a Cdl chiede che sia il presidente del Consiglio Romano Prodi o il vicepremier e ministro degli Esteri Massimo D'Alema a riferire domani alla Camera sulla vicenda del sequestro Mastrogiacomo e sull'uccisione di Adjaml, l'interprete del giornalista.

Al termine della conferenza dei capigruppo, il presidente dei deputati di Alleanza nazionale, Ignazio La Russa, ha spiegato che il centrodestra ha chiesto che la presenza del governo in aula sia rappresentata ai massimi livelli: «Abbiamo chiesto che venga Romano Prodi o uno dei due vicepremier», ha detto La Russa, e il governo ha garantito che questa richiesta sarà assecondata e che nel pomeriggio comunicherà ufficialmente il nome del rappresentante dell'esecutivo. Dopo l'informativa del governo ciascun gruppo potrà intervenire per dieci minuti.

L'esponente di An ha poi aggiunto: «Nella riunione dei capigruppo c'è stata massima condivisione e identità di vedute. Dal tronde sia noi che Forza Italia avevamo chiesto sin dal primo minuto la presenza del governo in Aula per chiarire su una questione che si discosta da tutti i precedenti casi avvenuti sia con governo di centrodestra sia con quello del centrosinistra. Sequestri che sono sempre stati gestiti da maggioranza e opposizione con grande serenità. Questo è un caso diverso, perchè la miccia non l'ha certo accesa Alleanza nazionale, Fi o Lega, ma sono stati Karzai e Gino Strada. Questa è la differenza rispetto agli altri casi». La Russa ha poi ricordato che «le critiche sono venute da due ministri: Parisi e Bonino. Quindi vogliamo con serenità avere informazioni dal governo».