Governo, ecco la squadra di Berlusconi

Ricevuto l'incarico ufficiale il Cavaliere comunica la lista dei ministri (<strong><a href="/media.pic1?ID=511" target="_blank">guarda le immagini</a></strong>): Frattini agli Esteri, Maroni agli Interni, Tremonti all'Economia, La Russa alla Difesa. La Giustizia ad Alfano, il Welfare a Sacconi. Quattro le donne: Prestigiacomo, Gelmini, Carfagna e Meloni

Roma - Il leader del Pdl Silvio Berlusconi, ha ricevuto dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano l'incarico di formare il nuovo governo. Dopo un colloquio durato poco più di un'ora con il Capo dello Stato il Cavaliere ha comunicato la lista dei ministri. Nessuna sorpresa per i ministeri più importanti.

La lista dei ministri Agli Esteri Franco Frattini; agli Interni Roberto Maroni. Alla Giustizia Angelino Alfano; alla Difesa Ignazio La Russa; all'Economia Giulio Tremonti; allo Sviluppo Economico Claudio Scajola; alle Politiche agricole Luca Zaia; all'Ambiente Stefania Prestigiacomo;alle Infrastrutture e Trasporti Altero Matteoli; al Welfare Maurizio Sacconi; alla Cultura Sandro Bondi; all'Istruzione Maria Stella Gelmini.

I ministri senza portafoglio Ai rapporti con il Parlamento Elio Vito; alle Riforme Umberto Bossi; alla Semplificazione Roberto Calderoli; agli Affari regionali Raffaele Fitto; alle Pari Opportunità Mara Carfagna; ai Rapporti con l'Unione europea Andrea Ronchi; all'Innovazione Renato Brunetta; all'Attuazione del programma Gianfranco Rotondi; alle Politiche giovanili Giorgia Meloni.

Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta, sarà nominato domani, all'atto del giuramento dei ministri davanti al presidente della Repubblica.

Napolitano: "Tempi rapidi" Terminate le consultazioni nel pomeriggio il Capo dello Stato ha manifestato la propria soddisfazione per i tempi rapidi. "Il risultato così netto e la maggioranza così ampia segnata dal voto hanno fatto sì che il capo della coalizione vincente ha potuto mettersi subito al lavoro per la formazione della squadra di governo - è cosa nota a tutti voi - per presentare al più presto al presidente della Repubblica, una volta accettato l’incarico, la lista dei ministri", ha aggiunto Napolitano. Il presidente ha anche ricordato che già in questi giorni si sono svolti incontri fra lui e Berlusconi in una "limpida collaborazione nelle rispetto delle funzioni" stabilite dall’articolo 92 della Costituzione.