Il governo finanzia programmi che creano mille posti di lavoro

(...) galleria fra Principe e Brignole), il riassetto dell’accesso portuale di Voltri, il piano di ristrutturazione delle grandi stazioni che comprende il rifacimento di Principe e Brignole, il raccordo autostradale Cisa-Brennero che ricade in parte nella provincia di La Spezia, e il quadruplicamento sulla Milano-Tortona. Non basta: il Cipe, su proposta del ministro delle Attività produttive Claudio Scajola, ha approvato anche quattro contratti di programma che riguardano la realizzazione del nuovo stabilimento della Piaggio Aereo Industries, il rilancio della Ferrania in Valbormida, lo sviluppo di iniziative di ricerca nella provincia di Imperia e la Selex Communications con investimenti per oltre 88 milioni di euro destinati alla realizzazione di tre iniziative industriali, un centro di ricerca e tre grandi progetti di ricerca nel settore delle telecomunicazioni satellitari. In dettaglio, il progetto per il nuovo stabilimento della Piaggio a Villanova d'Albenga libererà l'area di Finale su cui insisteva il vecchio stabilimento che potrà essere utilmente destinata a fini turistici, e comporterà l'allungamento della pista dell'aeroporto. Gli investimenti attivati per questo primo contratto sono di oltre 53 milioni di euro, e l'incremento previsto dei posti di lavoro è di 40 unità all’anno. Il secondo contratto è quello della Valbormida, e consentirà il rilancio della Ferrania, con la realizzazione di una piattaforma tecnologica e la costruzione di una centrale elettrica. Il totale degli investimenti attivati supera i 48 milioni di euro, a fronte di un incremento occupazionale stimato in 750 unità lavorative annue.
Il contratto di programma «Sviluppo Imperia», con progetto Elsag, è finalizzato allo sviluppo di iniziative di ricerca nella provincia del ponente, e riguarda la realizzazione di due programmi di alto contenuto di ricerca tecnologica nel settore della robotizzazione in agricoltura, della sicurezza e della videosorveglianza. Gli investimenti attivati sono di oltre 40 milioni di euro, per circa 50 nuovi occupati, tutti ricercatori di alta qualificazione. Infine, il quarto contratto di programma, riferito a Selex Communications, prevede investimenti per oltre 88 milioni di euro, e un incremento occupazionale di 50 unità. Piena soddisfazione, pertanto, da parte del ministro Scajola che parla di «un grande passo avanti per lo sviluppo della Liguria. Ancora una volta il governo Berlusconi ha dato risposte concrete per assicurare un futuro di crescita e modernizzazione a una regione che è destinata a essere sempre più protagonista di un forte rilancio dell'economia nazionale». Se ne compiace anche il senatore Luigi Grillo (Fi) secondo cui «le decisioni del Cipe testimoniano, ancora una volta, la volontà e la determinazione del governo a realizzare le opere pubbliche di cui ha bisogno il Paese. La Liguria, il Piemonte e la Lombardia potranno beneficiare dell'intersezione fra il corridoio 5 e la Genova-Rotterdam e diventare, così, la piastra logistica più importante d'Europa». Il centrosinistra è costretto a incassare con apparente disinvoltura il risultato, anche se non manca qualche imbarazzato distinguo: «Si è concluso l'iter tecnico, dobbiamo aspettare però la prossima settimana per capire quali e quante risorse verranno stanziate» commenta il presidente della Regione, Claudio Burlando, che ha partecipato con l'assessore alle infrastrutture, Luigi Merlo, all'incontro romano al Cipe. Il riferimento è alla nuova riunione del comitato di mercoledì prossimo per definire il quadro completo delle risorse da assegnare. Ma ormai gli scettici di stretta osservanza ideologica devono ripiegare.