«Il governo ha sbagliato E il popolo sta con noi»

Franco Trentalance, pornodivo nonché ultima Talpa.
«Lasci stare, sono un uomo da buttare».
Insomma...
«Sono ancora tutto dolorante e pieno di lividi. Ho fatto sesso dopo due mesi e a metà mi è venuto male al braccio, una figuraccia».
Sì, ecco, io le chiedevo che ne pensa della pornotax.
«Inutile, perché che cosa ti possono tirare fuori le aziende porno in Italia?».
L’esperto è lei.
«Scusi, ora mi scaldo un attimo».
Prego.
«Vede, le aziende del porno in Italia sono solo cinque o sei. E sono come gli oleifici che producono insaccati qui in Emilia».
Se lo dice lei.
«Sono a conduzione familiare, mamma, zio, nipote: al massimo impiegano dieci persone».
Il mercato è florido, però
«Un film porno finito costa 20mila euro, come il catering di due giorni per una scena corale di un film normale».
Quindi?
«Può un settore in cui un film costa così poco fatturare tanto? Il porno è in crisi nera».
Tempi bui.
«Anche nei tempi più luminosi non ci si è mai arricchito nessuno».
Una stangata che frutterà pochi soldi.
«E in più anacronistica, bacchettona. Il governo va in direzione ostinata e contraria rispetto al popolo».
Il popolo sta con il porno.
«Luxuria è andata all’Isola dei famosi, io alla Talpa 3. Siamo due personaggi trasgressivi che hanno riscosso un buon successo in due trasmissioni popolari»
Vabbè ma c’è la crisi finanziaria.
«Lo sa che le mamme e i papà mi chiamano al telefono per passargli le figlie di 12 anni e i figli di 9? Bambini e anziani mi chiedono gli autografi».
Lei ormai è un personaggio popolare.
«È il sesso che è lo sport più popolare di tutti, l’unico bene che non può essere considerato di lusso, possono praticarlo tutti».
Ma il governo mica tassa il sesso.
«Dovrebbero tassare solo internet. Già con il passaggio dal Vhs al Dvd ha dato una botta... La annoio?».
Ci mancherebbe.
«La duplicazione del Vhs era lunga e perdeva in qualità, mentre il Dvd si duplica rapidamente mantenendo la qualità, e questa è stata la prima botta, che ha aumentato la pirateria. La seconda, più pesante, l’ha data internet».
Resterete tutti a spasso.
«Chi vorrà Trentalance andrà a vedere le produzioni straniere, io lavoro a livello internazionale. Ma le case italiane rischiano il de profundis».
Chi decide che cosa è porno?
«Se si vede la penetrazione lo è, altrimenti no».
Ci vorrebbe una grande mobilitazione di massa.
«Dovrebbero mobilitarsi gli intellettuali».
Bell’idea.
«Ma non lo faranno, questo è un settore di nicchia».
Non era un settore popolare?
«Popolare ma di nicchia. Susciterebbe più adesioni una battaglia per la pera spadona».
La pera spadona?
«Avevamo già fatto la crociata contro la legge della Santanchè, ora siamo da capo, ma questa volta perderemo».