«Governo nel caos Adesso servono scelte coraggiose»

da Roma

Fra i molti delusi dal vertice di Palazzo Chigi su Dpef e pensioni c’è il presidente della Confindustria. «Non mi sembra che dall’incontro tra governo e parti sociali sia uscito molto - dice Luca di Montezemolo, a Lecce per partecipare all’assemblea della locale Confindustria -. Mi sembra che si faccia una grande fatica a mettere il Paese al centro di tutti gli sforzi». Insomma, gli chiedono, c’è confusione nel governo? «Mi sembra proprio di sì», è la risposta. A poche settimane dall’intervento, molto critico, di Montezemolo all’assemblea annuale della Confindustria, il quadro non è mutato. L’Italia ha bisogno di crescere, di modernizzarsi, e soprattutto di «scelte coreggiose da parte di una politica forte», spiega ancora Montezemolo.
Anche Maurizio Beretta, direttore generale di viale dell’Astronomia, conferma che quello di Palazzo Chigi è stato un incontro interlocutorio. Confindustria tuttavia apprezza la disponibilità, emersa da parte del governo, della detassazione degli straordinari e dello stanziamento di risorse per la contrattazione di secondo livello.