Il Governo scioglie i Parchi, Burlando li finanzia: «Insensato chiudere gli enti»

Le spese per Comunità Montane ed Enti parco erano nel mirino degli anti Casta. Poi con l’arrivo del ministro Roberto Calderoli e la presentazione di un disegno di legge per semplificare apparati burocratici definiti «aspirapolvere» nelle tasche dei cittadini, sono cominciate le lamentele. Come quelle di Claudio Burlando e la sua giunta che, di fronte alla possibilità che gli enti parco vengano soppressi dal Governo, rilancia stanziando 12 milioni di euro di investimenti per il sistema dei parchi. Progetti di valore che assomigliano però ad una risposta di valenza politica. «Noi quei parchi vogliamo valorizzarli -attacca Burlando-. Mi auguro pertanto che il Governo ripensi alla cancellazione di questi enti perché nel rilancio turistico della Liguria i parchi hanno avuto e hanno un ruolo molto importante». Si tratta di undici idee con sovvenzioni variabili tra i 300mila euro e il milione.
Si va dal miglioramento dei rifugi a nuove aree di sosta, piste ciclabili, rifacimento di sentieri e percorsi pedonali per il parco dell’Antola, quello delle Alpi Liguri e ancora Aveto, Beigua, Montemarcello Magra, Portofino. Tra i progetti più curiosi anche quello per rendere navigabile il Brugneto. Il lago sarà dotato di due approdi e di una casetta di rimessaggio per il battello elettrico che sarà messo a disposizione delle scolaresche. Un parcheggio per visitatori e percorsi di collegamento saranno realizzati ai giardini botanici Hanbury, nell’imperiese, dato il continuo afflusso di turisti che si recano a visitare il sito.
Intanto, dalla giornata di ieri la Regione Liguria mette a disposizione sul sito internet ufficiale (www.regione.liguria.it) il Piano territoriale di coordinamento paesaggistico. È possibile scaricare e stampare gratuitamente la versione, costantemente aggiornata, delle 62 tavole relative a ciascuno dei tre assetti del territorio in cui è articolato il Piano: insediativo, geomorfologico, vegetazionale. Per accedervi, una volta entrati nel sito della Regione si deve cliccare sull’area «Ambiente e territorio» nella sezione piani e progetti.