«Il governo è stato di parola»

Rosario Messina, presidente di Federlegno-arredo, apprende la notizia degli incentivi durante l’inaugurazione del Made Expo, dedicato all’edilizia e all’architettura.
Che cosa ne pensa?
«Per la prima volta c’è un occhio di riguardo per il nostro settore, anche se ci sono delle criticità. In ogni caso, se questa sarà la misura confermata, si tratta di un segnale che concretizza le promesse del ministro Tremonti di stare vicino al nostro settore, come ha detto nel suo saluto questa mattina (ieri ndr) a Made Expo».
Quali sono le criticità?
«Il fatto di legare questo contributo alla ristrutturazione, mentre sarebbe stato meglio prevederlo anche nel caso di acquisto della prima casa, specie per le giovani coppie che vogliono creare una nuova famiglia».
Pensa anche alle sofferenze dell’edilizia?
«Questo settore sta pagando in modo molto forte il peso della stretta creditizia e l’esplosione della bolla immobiliare statunitense ma anche la mancanza di fiducia e il clima di incertezza. Però la crisi può anche rappresentare un momento di opportunità e da questo punto di vista la nostra manifestazione dimostra la vivacità dell’offerta e la voglia di fare delle imprese, mentre spetta al governo operare perché si faciliti un rinnovamento dell’edilizia pubblica e privata nel senso di una maggiore attenzione al risparmio energetico e alla eco-compatibilità».