Al Govi «Il vizietto» e musical per tutta la famiglia

«Qualche Cassandra ci aveva preannunciato che il teatro avrebbe chiuso dopo sei mesi di vita, mentre invece siamo qui dopo sei anni, felici di presentare la nostra VI Stagione» Così esordisce Gilberto Lanzarotti, direttore del Teatro Govi di Bolzaneto, con una punta di sfida verso chi anni fa aveva creduto poco in questa realtà teatrale oggi consolidata sul territorio. «Sono orgoglioso del mio gruppo, continua Lanzarotti, un gruppo di volontari dal 2007, senza dubbio una realtà unica in tutt’Italia. Il nostro volontariato però non ci basta più, e quest'anno per fortuna sono arrivati anche aiuti da Regione, Provincia e Comune che credono nelle nostre proposte e in quello che il nostro teatro riesce anche a dare per quanto riguarda la rivalutazione del quartiere. Da qualche anno non ospitiamo solo pubblico della Valpolcevera, ma comincia ad affluire pubblico anche dal levante e questo ci rende felici. Abbiamo iniziato con 7mila spettatori ed oggi abbiamo superato le 22mila presenze. Le associazioni varie contribuiscono non poco a renderci noti cosicché con la nostra ospitalità gratuita dei loro spettacoli e riescono ad avere quei fondi necessari per portare avanti i loro progetti». Il direttore artistico Ivaldo Castellani continua così: «La parola d'ordine per noi è una sola, "crederci" e purtroppo ancora qualcuno non lo fa. L'anno scorso abbiamo fatto un esperimento con l'inserimento a programma di un'opera lirica Il Rigoletto. È stato un successo, tanto che quest'anno si ripete sabato 31 marzo e domenica 1 aprile 2012 con altre due opere, una classica, Gianni Schicchi e una contemporanea, Il quadro delle meraviglie, musica di Franco Mannino e libretto di Andrea Camilleri». E questo indubbiamente lascia intendere quanto il Teatro Govi abbia cambiato la sua impronta dialettale, pur non abbandonandola, per dare al suo pubblico quel ventaglio di proposte che oggi richiede. La stagione apre dunque con il cabaret di «Bianchi & Pulci Talk Show» che saranno in scena sabato 8 ottobre. Cabaret di nuovo l’11 novembre e il 2 marzo 2012 con Enrique Balbontin in Cabaresque. Grande rilevanza anche al musical, ci sarà così Rocky Horror (31 ottobre e 30 dicembre 2011, 24 febbraio, 27 aprile, 25 maggio 2012), Jesus Christ Superstar (5 e 6 novembre), Un mandarino per Teo della compagnia Gli amici di Jachy (19 e 20 maggio). Quattro le produzioni della compagnia stabile Teatro Govi, Il Vizietto che aprirà la stagione di prosa dedicata a Mario Alessandri il 3 e 4 dicembre, e Il tartufo di Moliere, regia di Antonio Biggio, in programma il 5 e 6 maggio, ed ancora Due partite di Cristina Comencini per la regia di Andrea Delucchi (10 e 11 marzo) e L'Arte e il profitto (21 aprile) per la regia di Ivaldo Castellini. Musica e danza saranno anche loro presenti, Jenis Joplin Tribute Band, The Beatles Tribute Band, Napo canta de André, Pink Floyd Tribute Band. Per quanto riguarda la danza sono 2 gli appuntamenti il primo con il tango il 26 novembre e l'altro con la danza contemporanea l'11 febbraio, Appuntamento con la danza, per la regia di Roberta conte, coreografa che collabora con il Teatro Govi da quando è nato ed è di supporto all'organico per questa disciplina.