Dopo il Gp, feste per i 200 anni dello storico parco

Marco Pirola

Figli di un Gran Premio minore. Sarà anche MonzaPiù come recita il titolo, ma quest'anno ha qualche meno. La rassegna che fa da corona al 76° Gran Premio d'Italia, quest'edizione si presenta in tono sommesso rispetto a quando era stata inventata dall'amministrazione di Centrodestra ed anche rispetto alle due realizzate dalla giunta di sinistra. Niente megaschermo in piazza dove vedere la corsa in diretta. Non ci sono sponsor né soldi, la giustificazione. Niente gara del «cambio gomme» su di un'autentica Formula 1 che tanto entusiasmo aveva avuto nelle passate edizioni. Costa troppo. Soppresso anche il tradizionale concerto di Rtl. Meglio la Pfm in Villa reale che ritorna in città per riparare un torto fatto in un concerto precedente oppure l'orchestrina di ballo liscio al quartiere «rosso» di San Rocco. Un'edizione «sottotono» per stare nei conti in rosso che non è il colore della scuderia di Maranello. Lo si era già capito dalla presentazione del programma un po' raffazzonato con tanto d errori e materiale raccogliticcio. Una presentazione «di corsa» forse per rimanere in tema dell'evento. A parziale riparazione, la kermesse continuerà anche dopo domenica con mostre e orchestrine varie.
Dopo la sfida Attori-Piloti alla stadio Brianteo semivuoto giocata ieri, oggi e domani, in piazza San Pietro Martire, a partire dalle 21, si potrà assistere al concerto di musica jazz. Monza classica invece è l'appuntamento di oggi e di martedì 6. Il maestro Giuliano Sogni dirigerà l'Orchestra Filarmonica Italica nell'esecuzione di brani di Beethoven e Verdi. Sempre venerdì in piazza Castello sono di scena le danze caraibiche. La Premiata Forneria Marconi, mercoledì 7 settembre, in Villa reale, ci farà rivivere emozioni del passato. Grande spazio per il ballo liscio oggi e domani in via San Rocco. Largo anche agli scacchi sotto i portici di piazza Carducci. Il torneo è organizzato dal «Circolo scacchi» di Monza. Festa del Volontariato in piazza Duomo, sabato e domenica. Cioccolato domani in piazza Castello e sangria e paella in piazza Castello. Tra le manifestazioni clou c'è la mostra storica in piazza San Paolo sulle Sopraelevate organizzata dall'associazione «Amici dell'autodromo e del parco». La novità di quest'anno è che per allungare la festa del Gran Premio la si farà coincidere con le celebrazioni del bicentenario del Parco cintato più grande d'Europa. Domenica 11 «Monza Show» curerà la festa tra le ville e cascine del polmone verde brianteo con degustazioni, musica e giochi.