Gran debutto per IWBank

Piazza Affari ha spostato ieri l’interesse degli operatori dal settore bancario a quello delle utilities. L’andamento degli indici è in linea con i progressi registrati dalle altre piazze europee, con Mibtel ed S&P/Mib in crescita dello 0,6%, intorno ai massimi dell’anno. L’attività si mantiene sostenuta, con un controvalore di poco sotto i 7 miliardi di euro. La fusione più vicina di Aem con Asm Brescia ha spinto al rialzo i due titoli del 2%, coinvolgendo anche Acea ed Hera che guadagnano poco meno del 3%. Bancari in fase di consolidamento, è ritornato il segno positivo per Pop. Milano e Bper, mentre si sta riprendendo il Valtellinese, depresso dall’oneroso aumento del capitale. Brillante il debutto all’Expandi della matricola Iwbank (più 5,6%); sprint di Mediolanum (più 2%) che potrebbe rafforzarsi in Mediobanca; Fiat ritorna sopra 21 euro, mentre ritornano gli acquisti su Rcs (più 2,4%).