Gran galà di vip all’Odeon per l’«Imperatore» Valentino

«L’Oscar, perché no?». Non si pone limiti Valentino nel prepararsi ad assistere alla première milanese di The Last Emperor, il film di Matt Tyrnauer dedicato alla sua storia di uomo e stilista. Ieri sera alle 20,45 Valentino fa la sua entrata nel foyer dell’Odeon affollato di celebrità arrivate a festeggiarlo. In completo nero, con al collo uno shatoosh - una sciarpa di ibek, animale rarissimo, proibita dalle convenzioni internazionali - graziosamente decorata a teschi, Valentino entra nel cinema con accanto il suo compagno Bruce Hoeksema, anche lui autore di moda. Ad attenderlo ci sono una sfilza di personaggi da red carpet: Carlo Rossella, presidente di Medusa cinematografica e produttore del film, e Giampaolo Letta, amministratore di Medusa, con signora; Naomi Campbell al braccio del fidanzato, il magnate russo Vladislav Doronin; Simona Ventura, poi Martina Colombari con Billy Costacurta, poi ancora Elenoire Casalegno.
Folto ovviamente anche il gruppo dei rappresentanti del mondo della moda: c’è Margherita Missoni con il fratello Francesco Maccapani, c’è Matteo Marzotto, ci sono Maria Grazia Chiuri e Paolo Piccioli che disegnano la collezione Valentino. E ancora Tommaso Aquilano e Roberto Raimondi di Ferrè, Ennio e Carlo Capasa (con la fidanzata Stefania Rocca) di Costume National. C’è soprattutto Giorgio Armani, che Valentino saluta con «ho l’onore di avere qui il disegnatore che ammiro di più» raccogliendo un grande applauso. E non poteva mancare Giancarlo Giammetti, a lungo compagno e collaboratore di Valentino, anch’egli «raccontato» ampiamente dal film.
Valentino, The Last Emperor è passato al festival di Venezia, è già uscito negli Stati Uniti e sarà proiettato nelle sale italiane a partire da venerdì prossimo. L’obiettivo dichiarato è quello di essere inserito nella short list - che verrà diffusa oggi - dei documentari ammessi a concorrere per l’Oscar.