Il gran maestro Travaglio

Nel suo tour ormai da attore consumato, Marco Travaglio (nella foto) s’improvvisa anche docente e parla dalla cattedra dell’ateneo di Roma 3. Il tema: loggia continua. Ossia la dimostrazione che negli ultimi trent’anni poco è cambiato. Il progetto di rinascita democratica della P2 trovato nella fatidica valigetta di Gelli decenni or sono conterrebbe ciò di cui si parla oggi. Un esempio? Maggiori poteri al premier, la separazione delle carriere dei magistrati, i difetti di una Costituzione ritenuta obsoleta e perciò da cambiare, l’unità sindacale da spezzare e perfino le città satellite. Insomma tempi di ieri, temi di oggi. Naturalmente conditi da ironia a piene mani per farsi applaudire. Poco dunque sarebbe cambiato in 30 anni. Ci era sfuggito, ma non ci era sfuggito che Travaglio non vale una cattedra.