Il Gran Muftì di Siria minaccia Europa e Israele "Se attaccherete pronti a immolare i nostri figli"

Il Gran Muftì di Siria condanna possibili attacchi di Israele e Europa contro i paesi arabi. Nel caso ci fosse un'offensiva militare il leader si dice pronto a dare il via a una serie di attacchi suicidi

Beirut - Europa e Israele dovranno stare bene attenti a non attaccare militarmente la Siria. Proprio dalla Siria, dal Gran Muftì, carica di nomina governativa, arriva la minaccia per i paesi occidentali. Se attaccheranno il paese arabo, la Siria è pronta a scatenare una vera e propria guerra santa, dando il via ad una serie di attacchi suicidi contro l'Ue e Israele.

"Nel momento in cui il primo missile colpirà la Siria, il Libano e la Siria - ha annunciato il Muftì - (questi Paesi) lanceranno tutti i loro figli come attentatori suicidi sul territorio europeo e della Palestina". Lo shaykh Ahmad Bader Hassun, Gran Muftì di Siria, ha lanciato l'avvertimento ieri sera dalla tv di Stato siriana, ripreso oggi dalla tv panaraba al Arabiya. Lo shaykh ha perso l'anno scorso uno dei suoi figli in un agguato per il quale sono stati accusati alcuni terroristi, secondo il governo pagati da servizi segreti stranieri ed è noto per le sue prediche a favore del dialogo islamo-cristiano. Punto di vista che in questo caso - forse complice l'uccisione del figlio - pare avere dimenticato...