Granbassi, Cossiga jr: «Mio padre è stato inutile e sgradevole»

Il presidente emerito della Repubblica Francesco Cossiga non ha perdonato il ministro della Difesa La Russa per aver «interceduto» per far avere alla Granbassi il via libera dai carabinieri per Annozero. Ieri è tornato all’attacco annunciando la sua assenza alla cerimonia per il trentennale della fondazione Gis dei carabinieri: «Il ministro La Russa - ha detto il portavoce di Cossiga - ha scambiato le Forze armate e l’Arma dei carabinieri con il “servizio di protezione” dei quattro ragazzotti picchiatori neofascisti del Fuan di Palermo e di Milano, contigui all’eversione “nera”; ministro che non avendo fortunatamente guerre da fare, gioca a fare il ministro dell’Interno paralleli». Alle parole di Cossiga ha replicato il figlio, il sottosegretario alla Difesa Giuseppe Cossiga: «Non sono solito commentare le tante agenzie di stampa che riportano dichiarazioni del presidente Cossiga. Per quella diffusa oggi (ieri, ndr) dal suo portavoce mi limiterò a due parole: inutile e sgradevole. Ovvero, inutilmente sgradevole»