Granbassi sceglie Santoro "Lascio l'Arma per la tv"

E' ufficiale: la campionessa olimpico nel fioretto individuale e a squadre
alle ultime olimpiadi cinesi, lascia l’Arma per dedicarsi a
tempo pieno al giornalismo. Ma avverte: "Il mio ruolo è apolitico"

Roma - "Lascio l’Arma dei Carabinieri". Margherita Granbassi annuncia il congedo dall’Arma dei Carabinieri. La schermitrice triestina, che ha vinto due medaglie di bronzo alle recenti Olimpiadi di Pechino 2008, ha deciso di lasciare i Carabinieri per proseguire l’avventura televisiva ad Annozero. "Lascio per evitare situazioni di imbarazzo per me e per i Carabinieri", ha detto la fiorettista in una conferenza stampa organizzata presso l’Hotel Melià, a Roma.

L'annuncio della Granbassi "Si è venuta a creare una situazione imbarazzante tra me e l’Arma, non voluta da nessuna delle due parti. Ho deciso di presentare la domanda di congedo prima che a decidere fossero i Carabinieri", ha aggiunto la Granbassi. "L’ho fatto anche per sollevare l’Arma da questa decisione. Non è stata una scelta facile, non sono contenta di aver preso questa strada: è stata una vicenda portata avanti troppo a lungo e con troppe polemiche". "Continuerò a partecipare alla prossime puntate di Annozero a titolo gratuito", ha aggiunto prima di soffermarsi sulla propria situazione agonistica. "Sono entrata nei Carabinieri nel 2004 per titoli sportivi. Sono già in un club, il Terni. Non ho ancora parlato con nessuno, non ho considerato l’ipotesi di partecipare a concorsi per altri corpi militari. Non credo che li farei e non credo di rientrare nei termini di età. Sia chiaro: la mia priorità resta lo sport, prima di tutto io sono un’atleta. Partecipo ad Annozero e ho tutto da imparare nel campo dell’informazione. Quando sarà finita la mia carriera di atleta, vorrei occuparmi di giornalismo". La fiorettista azzurra era affiancata dal suo avvocato, Alberto Ziliani. "Siamo convinti che, nel merito, non c’è nessuna incompatibilità tra i due ruoli", ha specificato il legale, ribadendo che la decisione è stata presa "per evitare imbarazzi".

La felicità di Santoro "Sono contento che Margherita sia rimasta a lavorare con noi. È questo l’unico commento che mi sembra opportuno fare". Così Michele Santoro, autore e conduttore di Annozero, a proposito della decisione di Margherita Granbassi di rimanere nel mondo della televisione, dimettendosi quindi - per forza di cose - dall’Arma dei carabinieri.

Cossiga: "L'Arma le sia grata" "Le dimissioni dall’Arma dei Carabinieri rassegnate da Margherita Granbassi, dopo un susseguirsi da parte del Comando Generale di 'sì', 'sì, ma poi vedremo', 'sì, andante leggero, con brio', 'no', a mò di marcia marziale, tipo Preussen Glorià, costituiscono da parte della schermitrice un atto di chiarezza e di responsabilità di cui penso l’Arma le debba essere grata". È quanto dice in una dichiarazione Francesco Cossiga, presidente emerito della Repubblica.