Un grande atlante per raccontare personaggi e popoli della Bibbia

Che si sia credenti, atei o fedeli di altre religioni non importa, la Bibbia resta un caposaldo imprescindibile della civiltà in cui viviamo e del pensiero filosofico di cui si è nutrita la cultura occidentale. Ora arriva l’edizione italiana (pubblicata dal Touring) del monumentale Atlante della Bibbia. Un viaggio attraverso le terre bibliche tra storia, geografia, società, adatto ai lettori non specialisti come ai cultori della materia. Il volume (pagine 576, euro 50), con la prefazione di Gianfranco Ravasi, aiuta a inquadrare il racconto biblico nel contesto storico-geografico (con 125 cartine originali e aggiornate) nel quale ha avuto inizio e a rintracciare in esso idee e simboli che caratterizzano il pensiero occidentale. Otto capitoli che descrivono accuratamente e con ricche illustrazioni i personaggi, i popoli e le civiltà che sono venuti a contatto con la Terra Santa.