Grande Domingo ricorda l’«Otello» di Zeffirelli

Facciamo finta di niente? No, diciamocelo: i dischi d'opera di ieri vengono amati e consumati più di quelli d'oggi. E c'è, per chi non ha già provveduto con i mezzi innumerevoli delle registrazioni pseudoclandestine, più attesa per il loro ritorno, che non per le novità. Fra le collane economiche d'alto profilo, per esempio, si distingue la nuova serie Emi con le copertine un po’ naïf teneramente colorate: e fra i titoli da segnalare c'è, da un paio di settimane, per 17 euro meno un pelo, come si usa nei supermarket, l'Otello che fu colonna sonora del film di Zeffirelli e che udito con le immagini della fantasia in tutta completezza funziona ancora meglio. Otello è Placido Domingo, che nella suadente bellezza della sua voce ci dà la vita tutta del personaggio, con un senso della verità musicale e della parola impressionante; Katia Ricciarelli conquista unendo sensualità nativa a purezza vocale, e con Justino Diaz e gli altri coro e orchestra della Scala 1993 esaltano la grandezza del direttore Maazel.

Domingo, Ricciarelli, Maazel Otello (Emi 2 mcd)