Una grande esperienza lunga tre generazioni

Nel centro di Milano, a due passi dal Carrobbio, c’è da dieci anni un «porto» sicuro per gli appassionati dell’alta orologeria che i fratelli Giulio e Stefano Piana gestiscono con passione e professionalità.
«L’Atelier orologiaio», questo il nome del negozio, si affaccia con due vetrine in via Correnti 3 (Tel. 028361732). Ad attirare subito l’attenzione c’è, esposto, un grande e prezioso meccanismo extra vecchio, che già invoglia ad entrare. «Vendiamo e permutiamo orologi di tutte le migliori marche, nuovi, usati o d’epoca - spiegano Giulio e Stefano Piana - ed eseguiamo riparazioni accurate su qualsiasi tipo di segnatempo, compresi quelli da tasca e le pendole. La riparazione è un aspetto importante della nostra attività e all’occorrenza siamo in grado di ricostruire integralmente intere parti meccaniche oppure pezzi che altrimenti sarebbero impossibili da reperire».
Da tre generazioni la famiglia Piana si occupa di orologi e nel tempo ha accumulato un’esperienza invidiabile, con un servizio di alta qualità che ha pochi rivali, sia nella fase della vendita che in quella, sempre delicata, dell’assistenza.
All’interno, dove regna un arredamento di sobria eleganza, c’è un vasto assortimento di modelli, dai più pregiati a quelli meno impegnativi, ma tutti di sicuro prestigio. Se poi al momento il negozio fosse sprovvisto dell’orologio che state cercando nessun problema perché l’Atelier Orologiaio è in grado di procurare qualsiasi modello richiesto dal cliente in tempi ragionevoli. Altra caratteristica del negozio, particolarmente apprezzabile di questi tempi, è costituita dai prezzi «umani» degli orologi, quasi sempre al di sotto di quelli proposti dalla concorrenza e siccome stiamo parlando di centinaia o migliaia di euro e non di noccioline, questa politica va lodata senza riserve.
In più, al momento dell’acquisto, i fratelli Piana sono prodighi di consigli e guidano il cliente con mano sicura, cercando di capirne le esigenze e i gusti per dargli la massima soddisfazione al momento in cui indosserà il sospirato oggetto del desiderio. Insomma, all’Atelier Orologiaio bisogna andarci di corsa a guardare e a farsi indurre in tentazione. Ne vale la pena.