Grande Federer non ha ancora perso un set

Lea Pericoli

da Roma

Continua la corsa vincente di Roger Federer al Foro Italico. In tre turni il numero uno del mondo non ha perso un set. Ha battuto: Chela, Starace e ieri Stephanek per 6-1,6-4. L’unico a spingerlo al limite del tie break è stato il nostro Potito. Roger non suda, non si affatica. Composto, elegante, molto sicuro di se, potrebbe facilmente appartenere all’era romantica del tennis. Per raggiungere la semifinale affronterà Almagro, spagnolo uscito dalle qualificazioni che ha approfittato prima dell’uscita di scena di Ferrer testa di serie n.11, ieri del ritiro per un problema alla caviglia di Davydenko. Federer, a mio avviso, dovrà guardarsi da David Nalbanjan il solo ostacolo verso la finale. L’argentino è uno dei pochi che lo hanno battuto nel 2005. Nalbanjan oggi gioca con Mario Ancic protagonista assieme a Liubicic della vittoria croata in Coppa Davis. L’ultimo confronto diretto tra i due, nel torneo di Miami, si è risolto con il successo di Nalbanjan per 6-1,6-1. Nella parte bassa del tabellone Andy Roddick ha battuto Rusedski per 7-6,6-3. L’americano sta affrontando la terra con l’impegno di uno scolaro di fronte a un teorema. «Vorrei essere il suo coach - ha affermato Pietrangeli - con il servizio e il fisico che ha gli insegnerei la via più semplice per addomesticare questa superfice». In serata abbiamo assistito al derby francese tra Gael Monfils e Fabrice Santoro. Il giocoliere nato ad Haiti nonostante i suoi 34 anni ha ceduto di misura, al termine della partita più divertente della terza giornata: 7-6, 6-2. Sarà Monfils nei quarti l’avversario di Andy Roddick. Raphael Nadal che ha battuto Tim Henman per 6-2, 6-2, giocherà contro Fernando Gonzales. La via della finale per Nadal è sicuramente più scontata.