Grande festa per i 50 anni dei Puffi

I simpatici omini blu, nati dalla fantasia del disegnatore
belga Pierre Culliford, arrivano a Milano per un week end di festeggiamenti. Il capoluogo meneghino è stato scelto come tappa
italiana di un grande tour che coinvolge 16
città europee

Milano - Nati dalla fantasia del disegnatore belga Pierre Culliford, in arte Peyo, esattamente cinquant’anni fa, i Puffi, i simpatici omini blu in calzamaglia e capello bianco che hanno conquistato il cuore dei bambini di tutto il mondo, arrivano oggi a Milano per una grande festa che coinvolgerà tutta la città.

L'invasione dei Puffi Una pacifica invasione puffosa che avrà il suo centro al Castello Sforzesco, messo a disposizione dal Comune di Milano, con una mostra, laboratori didattici, intrattenimento, musica, ospiti importanti e chi più ne ha più ne puffi. Milano è stata scelta come tappa italiana di un grande tour che coinvolgerà in tutto 16 città europee e che ha già fatto tappa a Angouleme (Francia), Barcellona (Spagna), Scheveningen (Olanda). L’evento è organizzato da Imps e da Il Giornalino in collaborazione con la Fondazione Franco Fossati e l’Unicef.

I festeggiamenti a Milano All’alba di venerdì quando migliaia di puffi in gomma, "alti due mele o poco più" invaderanno le strade e le piazze di Milano: top secret l’elenco preciso dei luoghi. I milanesi potranno così cercarli, raccoglierli e portarli a casa per conservarli oppure colorarli e partecipare al concorso creativo "adotta un puffo". Per tutta la giornata, presso il Cortile delle Armi del Castello Sforzesco, tutti i bambini che lo desiderano potranno partecipare ai laboratori didattici organizzati dalla Scuola del Fumetto di Milano. Poi visita guidata alla mostra dei 50 anni di creatività blu allestita sempre presso il Cortile delle Armi. Un Puffo gigante decorato e vestito da Benetton verrà poi venduto all’asta, il cui ricavato andrà in favore dell’Unicef. Sempre venerdì, festa puffosa anche all’Atelier Gluck e naturalemente merenda puffosa per tutti. A far da «cornice», una piccola mostra espone una ricostruzione del villaggio dei puffi animato da una collezione privata di 130 puffi in gomma, albi e simpatici ricordi puffosi.

Divertimenti per i più piccoli Sabato 17 maggio è la grande giornata dei Puffi, la festa vera e propria. Sempre presso gli spazi del Castello Sforzesco, fin dalla mattina (a partire dalle 10.30) verranno organizzati momenti di intrattenimento tutti puffosi: proiezione delle puntate più divertenti della serie animata, dimostrazioni e lezioni di tiro con l’arco (con l’intervento di arcieri professionisti, tra cui le rappresentative italiane nazionali e olimpiche), un’edizione speciale di Pompieropoli (iniziativa ludico-dimostrativa organizzata dai Vigili del Fuoco di Milano in collaborazione con l’Unicef). Sul palco si esibiranno i comici torinesi Skanzio e Pikkio, il Coro Anghelion Green di Nembro, il Coro degli alunni dell’Istituto Gonzaga di Milano, verrà allestito lo spettacolo "Terra, Terra!" dell’Associazione Culturale Educarte di Busto Arsizio e, dulcis in puffo, la presenza di Cristina D’Avena, mitica interprete delle sigle dei Puffi. Ciliegina sulla torta: un piccolo dirigibile puffoso solcherà i cieli di Milano portando a bordo anche alcuni bambini.