La grande incognita Wimbledon I bookmakers puntano su Murray

L'edizione 2013 del prestigioso torneo del grande slam di Wimbledon verrà ricordata soprattutto per le numerose sorprese che lo hanno caratterizzato fin dai primi turni, con le sconfitte clamorose dei protagonisti attesi quali Nadal e Federer in ambito maschile ma anche per la debaclè della sempre ammirata Sharapova, numero due del mondo, sconfitta al primo turno dalla portoghese De Brito.
Oltre alle clamorose eliminazioni, l'inizio di questo torneo sembra essere caratterizzato da un altro aspetto, i numerosi infortuni che hanno afflitto molti giocatori anche prestigiosi, come ad esempio l'Azarenka. E, quasi come fosse una punizione, ha dovuto ritirarsi anche Steve Darcis, tennista belga autore della soprendente eliminazione del campione spagnolo Rafael Nadal.
Ma non è tutto qui: è successo di tutto. Lo stupore maggiore lo ha però destato l'ucraino numero 116 al mondo, Serguy Stakhovsky, che ha rispedito a casa il pluri titolato Federer impedendogli di poter incidere un pezzo di storia nel palmares di Wimbledon. Proprio l'ucraino scenderà oggi in campo sfidando Jurgen Melzer. Se dovesse riuscire a controllare il grande entusiasmo della vittoria, varrebbe la pena puntare sul suo passaggio al quarto turno. Le inattese eliminazioni di Nadal e Federer potrebbero spianare però la strada agli altri due volti noti di Wimbledon: il serbo Djokovic che qui vinse nel 2011 proprio in finale contro Nadal, e il begnamino di casa Andy Murray, finalista lo scorso anno e sconfitto proprio dall'elvetico Federer. Le quote del bookmaker Paddy Power vedono in vantaggio il serbo, la cui vittoria del torneo è offerta a 1,76. Ma le grandi speranze britanniche di rivedere un connazionale vincente a Wimbledon potrebbero spingere Murray a non lasciarsi sfuggire questa storica occasione. Vista l'interessante quota a 2,45 vale la pena dargli fiducia. Considerando il tabellone, i due tennisti potrebbero arrivare a disputarsi il titolo proprio in una finale tra loro. Nei match in programma nella giornata di oggi, oltre alla formalità di Murray contro Robredo, c'è anche da tenere d'occhio la sfida tra Troicki e Youzhny, entrambi propensi al gioco sull'erba. Tutti e due i campioni potrebbero arrivare a giocarsi il match al quinto set con Youzhny che gode leggermente dei favori del pronostico. Tra le possibili mine vaganti, merita un pò di attenzione il lettone Ernests Gulbis che, dopo aver superato Tsonga per ritiro dello stesso (un altro ritiro inaspettato...), non dovrebbe aver problemi a superare lo spagnolo Verdasco. Ma c'è anche l'altra metà del cielo. In campo femminile, diamo invece fiducia alle tre nostre connazionali: Flavia Pennetta e Karin Knapp che scenderanno in campo oggi e a Roberta Vinci, fresca vincitrice contro la Ceparova e che ha la grande chance di puntare almeno agli ottavi. Tra le partite di oggi, di certo vale la pena puntare sulla Pennetta che arriva più riposata avendo superato il secondo turno senza nemmeno scendere in campo visto che la temuta rivale Azarenka non si è nemmeno presentata causa infortunio. Più difficile prevedere il risultato dell'altotesina Knapp: le donne del tennis italiano continuano a darci grande soddisfazione, ma la porteghese classe 93' potrebbe avere l'adrenalina a mille dopo aver eliminato la Sharapova. Match che si potrebbe chiudere al 3° set. La finale femminile vede ancora una volta stampato sull'erba del centrale la W di Serena Williams, qui già cinque volte campionessa: quota bassa per la sua sesta vittoria offerta da Paddy Power a 1,26. Uscita la Sharapova, l'unica che potrebbe davvero contrastare il predominio indiscusso dell'americana, è la ceca Petra Kvitova vincitrice nel 2011 proprio con la Sharapova. Quota molto alta comunque per lei (a 13,00) in virtù anche di una stagione non certo eccezionale. La sensazione è peò che, in un torneo così ricco di imprevisti, ci si possa aspettare altri colpi di scena. .