«Grande industria a sinistra per interesse»

«In Italia sono ripresi gli ordinativi, la produzione, l’export, persino la distribuzione dei dividendi da parte delle aziende quotate in Borsa e quindi pure gli investitori hanno iniziato a guadagnarci. Sono dati che arrivano dall’Unione europea, gli unici che valgono, altrimenti qualsiasi istituto di ricerca potrebbe tirar fuori i propri. E gli stessi dati aggiungono che l’Italia è il primo Paese per numero di interscambi coi nuovi mercati dell’Est europeo. L’economia italiana non è affatto sull’orlo di una depressione. Andatevi a vedere lo spettacolare Salone del Mobile nei padiglioni della nuova Fiera». L’invito arriva dal governatore Roberto Formigoni. Che critica la grande industria, il «capitalismo familiare monopolistico» schierato con la sinistra «per mero interesse personale». Dopodiché, in diretta su Telereporter, il governatore è tornato a parlare del proprio futuro: Senato o Pirellone? «Non sono uno che si incorona da solo - ha ripetuto -. Se però ci saranno possibilità per grandi battaglie a Roma lo farò presente ai miei concittadini per una sorta di grande referendum con tutti i mezzi disponibili».