Alla grande marcia del Pd basta un marciapiede

Domani una «passeggiata» di propaganda da Nervi al Porto Antico. Ma i big si dimenticano della Liguria

Hanno già iniziato il tam tam delle mail, chiedono di fare più preiscrizioni possibili per «avere un’idea dell’impegno». Ma non hanno chiesto l’interruzione del traffico cittadino perché «passeranno sul marciapiede». È la premessa della grande mobilitazione del Pd ligure, della «Marcia democratica» che domani attraverserà la città dal porticciolo di Nervi fino al Porto Antico. È un’iniziativa, «la prima e unica in Italia», del «Laboratorio8» e del Pd ligure, che vuole «dare l’idea del partito in movimento» e che «è aperta a tutti, a tutte le età». Roba da paralizzare una città intera dalle 8.45 alle 17.30. Ma che, parola degli stessi organizzatori, verrà contenuta sui marciapiedi e grazie al servizio d’ordine di 30 persone dello staff.
Cinque euro, maglietta bianca con stemma del Pd, palloncini, punti ristoro in ogni circolo del partito che si incontra lungo la strada e qualche comizio-flash a cura dei candidati. Neppure tutti, interverranno, per ora l’hanno annunciato, Mario Tullo, Giovanna Melandri, Roberta Pinotti e Ivan Scalfarotto. Ma di certo non si faranno tutta la passeggiata, tutti gli undici chilometri e mezzo per arrivare al «Banano Tsunami» dove ogni partecipante iscritto a 5 euro avrà un buono consumazione per l’aperitivo.
Un’idea nuova, attesa domani alla prova della conta. Meno nuove le altre tecniche elettorali. E pazienza se camper, gadget, kit elettorali, il cosiddetto «patto con la Liguria» e tante altre scelte finiranno per alimentare le ragioni di chi ama sottolineare le scopiazzature tra Pd e Pdl. La segreteria del partito è impegnata soprattutto a organizzare gli ultimi appuntamenti con i big prima delle elezioni. Arriveranno nientepopodimenoché Giorgio Tonini, Achille Passoni, Tiziano Treu, Pierluigi Castagnetti. A Luigi Bersani toccherà un giro a Savona l’8 aprile nel giorno in cui ci sarà anche Silvio Berlusconi. I big? Piero Fassino dovrebbe venire ma non si sa quando. Veltroni e Franceschini hanno già dato e in Liguria non torneranno. Qui il risultato è in bilico? La Liguria è decisiva?