Grande mostra del Romanino (29 luglio-29 ottobre)

Il Castello del Buonconsiglio di Trento ospiterà la prossima estate, (29 luglio-29 ottobre), una mostra monografica dedicata a Girolamo Romanino, geniale artista del Rinascimento, autore tra l'altro del celebre ciclo pittorico che impreziosisce il Castello del Bonconsiglio. Il maestro lavorò a Trento il 1531 e il 1532 su commissione del cardinale Bernardo Cles, principe vescovo della città, per decorare la nuova residenza rinascimentale nota come il Magno Palazzo. Pur mantenendo al centro dell'esposizione gli affreschi del Castello, ed il suo vasto e prezioso apparato decorativo, la mostra consentirà di ammirare straordinarie testimonianze pittoriche del Romanino, provenienti da prestigiosi musei quali il Louvre, la Galleria degli Uffizi, la Pinacoteca di Brera, il Metropolitan di New York, la galleria Doria Pamphilj di Roma ed il Museo di Belle Arti di Budapest oltre a e collezioni pubbliche e private italiane ed estere.
Il percorso presenterà un'ottantina di opere ricostruendo l'arco di attività dell'artista. La mostra si articolerà in diverse sezioni. La prima dedicata alla produzione pittorica del Romanino con la sua formazione tra Venezia e Milano, quindi i ritratti giovanili, la produzione degli anni '20, gli affreschi del ciclo di Trento e la produzione degli anni '40-'50.
Sarà inoltre documentata la sua importante produzione grafica con disegni in gran parte mai presentati al pubblico. Infine una sezione sarà dedicata a Bernardo Cles, alla sua attività di committente e al grande cantiere d'arte del Castello tra il 1528 e d il 1535. Curatori della mostra: Francesco Frangi dell'Università di Cremona, Lia Camerlengo, Ezio Chini e Francesca de Gramatica del Museo Castello del Buonconsiglio.