«Per la Grande Punto un milione di clienti»

Luca De Meo, responsabile del marchio: «Dal 2006 ritorno al mondiale Rally»

Piero Evangelisti

da Torino

A leggere il prezzo base della Grande Punto (11.111 euro) sorge il dubbio che oltre ai raffinati «modelli» utilizzati dal marketing, anche la parte mediatica abbia giocato un ruolo importante nel definire il listino di un’automobile che «deve» assolutamente essere la svolta per la Fiat. È stato Luca De Meo, responsabile del marchio all’interno del gruppo piemontese, a illustrare al Palavela di Torino, di fronte a 800 giornalisti, gli ambiziosi obiettivi del nuovo modello in un ambiente carico di effetti elettronici ad alta tecnologia. «Con la Grande Punto miriamo a raggiungere un milione di nuovi clienti», ha detto il giovane manager, senza dimenticare gli oltre 6 milioni di automobilisti che hanno acquistato la generazione precedente che uscirà di produzione alla fine del 2006. Oltre alla qualità e alla solidità costruttiva, garantite dall’esperta mano d’opera dello stabilimento lucano di Melfi (i nomi di tutti gli addetti sono sfilati su uno schermo durante la conferenza stampa, in chiave leggermente deamicisiana), sarà il design la leva decisiva per il successo della nuova Fiat, per la quale è intervenuto ancora una volta Giorgetto Giugiaro («con lui - ha ricordato De Meo - non abbiamo mai sbagliato un’auto, basta pensare alle due generazioni di Panda»). Molto, quindi, nella fase di lancio del nuovo modello, punterà sul fattore emozionale, e a questo scopo è stato scomodato Vasco Rossi, probabilmente nella scia dell’ottima colonna sonora incisa da Mina per la nuova Panda, per lo spot che comincerà a passare sugli schermi tv a partire dal 10 settembre. A dar man forte a De Meo è Lapo Elkann: «È il miglior prodotto che Fiat abbia mai fatto per tecnologia, passione e determinazione». Con la Grande Punto sarà anche facile distinguersi, perché le combinazioni tra colori della carrozzeria (13), motori (7, benzina e Diesel Multijet), interni dell’abitacolo (addirittura 35), trasmissioni (5 cambi, manuali e automatici) e quattro livelli di allestimento (il più pregiato, con il motore 130 cavalli, arriverà a sfiorare i 18mila euro), dicono gli esperti matematici che possano portare a oltre 100mila le diverse possibilità di acquisto. La partenza «alla grande» della nuova Punto sarà sottolineata dal ritorno della Fiat, con questa nuova compatta, nel Campionato del Mondo Rally nel 2006, disciplina automobilistica dove Fulvia, Stratos, 131 e Delta hanno lasciato il segno.