Una grande torta per il premier alla festa di D&G

Paola Bulbarelli

da Milano

È arrivato in anticipo Silvio Berlusconi alla festa per i vent’anni di Dolce&Gabbana, celebrati ieri sera a Milano. Il premier si è presentato all’appuntamento mondano poco prima delle ventritré e trenta, al suo fianco la figlia Barbara fasciata in un abito di raso verde. Per entrare nell’hangar di via Mecenate, completamente ricoperto di specchi, che ospitava la festa, Berlusconi, come tutti gli invitati, ha percorso il fantascientifico tunnel argentato, una soluzione che ha lasciato il premier a bocca aperta: «Che meraviglia», ha esclamato il presidente del Consiglio prima di sedersi al tavolo sempre al fianco della figlia. E a chi gli chiedeva se fosse venuto anche per festeggiare il suo compleanno, il premier ha risposto: «Veramente sono qui per festeggiare loro. Credo che la moda sia una delle cose più belle e da ammirare; è un qualcosa che illustra l'Italia e quindi è positiva».
Ma, ovviamente, il compleanno del presidente del Consiglio non poteva passare inosservato tanto che tra i primi a fargli gli auguri ci sono stati Flavio Briatore e Simona Ventura che si è a lungo trattenuta al tavolo del premier.
Clou della serata l’esibizione delle ballerine del Lidò, giunte appositamente da Parigi. Al termine è salita sul palco Donna Summer, regina della disco music negli anni Settanta che ha incantato la platea degli invitati. E, proprio alla conclusione della performance della cantante americana, è comparsa una grande torta color oro con la scritta «Happy birthday for president». Niente candeline, ma tanti applausi. Poi il premier ha lasciato la festa sotto una pioggia di petali di rosa e di cuoricini di carta rossa lanciati per celebrare, quelli sì, i vent’anni di Dolce&Gabbana.