Grande tradizione ma anche sguardo al futuro

Sul numero scorso di questo Speciale dedicato all’orologeria, avevamo sottolineato come l’Audemars Piguet avesse impostato l'anno sul filo della tradizione più autentica. E questo in virtù di modelli come il Cronometro Jules Audemars (straordinariamente preciso in virtù dell’alta frequenza del bilanciere oscillante a 43.200 alternanze/ora, delle spirali sovrapposte, dello scappamento ad impulso diretto privo di àncora) e, in particolare, della collezione Tradition. Questa, caratterizzata dalla cassa di forma coussin, comprende un Automatico ultrapiatto, un Calendario Perpetuo e un Calendario Perpetuo con Ripetizione Minuti. Pezzi di altissimo profilo, evidentemente destinati ad un numero di appassionati molto esiguo visti i costi e la produzione annuale decisamente limitata.
Per Audemars Piguet, tuttavia, la principale fonte di successo e, conseguentemente, di fatturato continuano a essere di gran lunga la linea Royal Oak, declinata al maschile e al femminile, e la Millenary che, anno dopo anno sta ampliando la propria quota di mercato. Il nostro Paese è sempre stato molto importante per la Maison, che, in accordo con la filiale distributiva italiana, ha pensato di realizzare due modelli esclusivi espressamente per i clienti del Bel Paese . Si tratta del cronografo Royal Oak Offshore Montenapoleone e del Jules Audemars Dual Time. L'Offshore Montenapoleone verrà venduto esclusivamente nella boutique della Casa, a Milano, e realizzato in soli 50 esemplari. Sue caratteristiche sono la cassa in oro giallo a 18 carati, il quadrante verde decorato con motivo "Méga Tapisserie" e il cinturino verde in pelle di coccodrillo; il movimento rimane quello ormai classico della collezione: una base automatica (calibro di manifattura) e un modulo cronografico (bilanciere ad inerzia variabile con 8 masse di equilibratura, ponte trasversale sul bilanciere per una maggiore stabilità, 60 ore di riserva di carica, rotore in oro a 22 carati); impermeabile fino a 10 atmosfere, il Royal Oak Offshore Montenapoleone sarà proposto a un prezzo di 35.500 euro.
Il Jules Audemars Dual Time, invece, è presentato in due edizioni, con cassa da 43 mm di diametro in acciaio e quadrante blu oppure in oro rosa e quadrante nero. Il movimento è un altro calibro automatico di manifattura, con indicazione di data analogica, riserva di carica e un secondo fuso orario con segnalazione giorno/notte in un quadrantino interno. Con numeri romani in oro bianco applicati per entrambe le versioni, il Jules Audemars in oro rosa costerà 27.500 euro, mentre quello in acciaio, 14.000.
In conclusione, non poteva mancare la proposta diretta al target femminile, vestita in quest'occasione di dissimulata aggressività. Infatti, a seguito della messa a punto, sulla scorta dell'esperienza e del know-how derivante dall'industria aeronautica, ma anche automobilistica e nautica, di un processo esclusivo che abbina la tecnologia della forgiatura con l'impiego del carbonio, Audemars Piguet ha realizzato un modello dalla superiore resistenza alla corrosione e con elevate prestazioni meccaniche. Di colore nero opaco e decisamente sportivo, non ha nulla di già visto. Utilizzando per la prima volta il carbonio forgiato in un orologio per signora, il Cronografo Royal Oak Offshore è raffinato, sportivo, per certi versi irresistibile. Se la cassa è in carbonio forgiato, la lunetta è in ceramica con inserto in acciaio inossidabile, incastonato di 32 diamanti taglio brillante. Al suo interno alloggia un movimento di manifattura a carica automatica, dotato di un meccanismo cronografico ad alte prestazioni (21.600 alternanze/ora e 37 rubini). Tutti i componenti sono rifiniti e decorati a mano - Anglage, Côtes de Genève e Perlage - e ogni fase si compie nel pieno rispetto della tradizione, come di consueto in casa di grande tradizione come l’Audemars Piguet.