Grandi concerti, dalla Nannini ai Gipsy Kings

Marina Sirtori

Ancora qualche giorno di attesa. Sì bisognerà lasciar scivolare via il ferragosto con la sua voglia di ferie a tutti i costi per poter assaporare un po’ di musica, di quella per «palati fini». Quattro appuntamenti, da levante a ponente, che valgono la pena di fare qualche chilometro. I nomi? Da Alex Britti e Bennato a Gianna Nannini, da Simone Cristicchi ai Gipsy Kings.
Cominciamo da quella formidabile coppia che darà il meglio di sé mercoledì prossimo nel concerto di Ospedaletti. Eccoli, insieme sul palco in piazzale al Mare (ore 21.30), Alex Britti ed Edoardo Bennato, per l’unico concerto in Liguria.
Il «Britti & Bennato tour 2006» (prodotto da Friends&Partners e New Step) è una delle tournée più interessanti dell’anno: in scaletta i due artisti si scambiano canzoni del loro repertorio e fanno alcuni imperdibili duetti tra cui «Notte di mezza estate», il brano che ha sancito la loro unione artistica e che si sta affermando come il tormentone dell’estate 2006. Una collaborazione quella di Alex e Edoardo, nata dall’amore comune per il blues e il piacere di condividere il proprio talento con il pubblico.
Sarà sola, invece, a dimostrare il suo di talento, che non è poco, Gianna Nannini, protagonista a sorpresa del Rapallo Festival 2006. La cantante toscana terrà il suo concerto sempre mercoledì sera, alle 21.30, presso il campo sportivo «Gallotti» in località Poggiolino. L’artista (anche per lei si tratta dell’unico concerto nella nostra regione) presenterà uno spettacolo rock-pop che celebra il suo grande ritorno discografico con il cd «Grazie», in vetta alla classifica di vendita degli album, ma ripropone anche con nuovi arrangiament, i suoi grandi successi: «È un tour tra il rock duro e l’acustico scarno, basato sui contrast, un po’ come sono io - spiega la Nannini - mi piace lavorare sui contrasti. E anche i musicisti sul palco passeranno come se niente fosse dal rock metallico al violoncello e al piano».
Sempre a Levante, ma il 18 agosto, ecco a Recco il «Fabbricante di canzoni tour» di Simone Cristicchi, quel bizzarro personaggio riccio e occhialuto che, dopo il «Centro di igiene mentale tour» portato in giro nei teatri in primavera, riprende la sua celebra valigetta 24 ore e porta sul palco le sue divertenti, dolci, provocatorie ed irriverenti canzoni con questo tour 2006.
Un tuffo a ponente, nientemeno che al Casinò di Sanremo, per lasciarsi trascinare dal ritmo vigoroso e dalle passionale vitalità dei campioni della musica gitana: i Gipsy Kings. Modo migliore non poteva esserci per far entrare nel vivo l’estate del Roof Garden del Casinò, che ospiterà venerdì 18 l’unica tappa italiana del tour mondiale del gruppo, formato da due band di fratelli, i Reyes e i Baliardo, in un concerto che precede di neanche un mese il lancio di «Pasajero», il nuovo cd dei Gipsy Kings in uscita il prossimo 11 settembre. Ed è facile immaginare che sarà un altro strepitoso successo, se si considera il disco di platino per «Bamboleo» e il fatto che la band francese ha dominato le classifiche World Music e venduto oltre diciotto milioni di album in tutto il mondo. Un concerto, quello di Sanremo, che dovrebbe valere i 50 euro del biglietto.