Grandi Fitz and the Tantrums

Ma che classe. E che leggerezza. Va bene, li ha scoperti Adam Levine ma i Maroon 5 sono anni luce indietro. I Fitz and the Tantrums santificano gli anni Sessanta, avete presente l’R&B con quella sensualità allegra che ancora oggi non puoi far finta di nulla? Ecco, Pickin ’ up the pieces è così e non fermatevi solo a Moneygrabber, che è uno dei brani più trasmessi dalle radio. Anche L.O.V. ha una tastiera impertinente e irresistibile (idem quella di Breakin’ the chains of love) e Dear mr. President si porta dietro per quattro minuti una tensione festaiola che non ha neanche un controindicazione. Insomma questo è il «soul clapping», una zaffata di musica fatta per battere le mani, farsi scuotere dal funky e far sorridere gli occhi. Consigliatissimo. Anche a chi ha la puzza sotto il naso (così impara).