Grandi manovre nel centrodestra Il primo nome è Ciocchetti (Udc)

Parte la corsa del centrodestra alla poltrona di presidente della Provincia (il voto per il successore di Gasbarra sarà nella primavera 2008). E il primo nome a finire sul tavolo come candidato della Cdl è quello del deputato e segretario regionale dell’Udc, Luciano Ciocchetti. A confermare un’ipotesi che circola da tempo è il vicepresidente del Senato, e collega di partito, Mario Baccini: «La linea che sta emergendo sulla scelta del candidato alla presidenza della Provincia di Roma, fuori dalle logiche di appartenenza partitica, mi convince appieno. Il centrodestra vuole vincere le prossime elezioni a Roma è la candidatura dell’onorevole Ciocchetti è la più idonea e ha tutto il mio sostegno».
Premesso che, solitamente, il primo nome che viene fatto difficilmente poi «dura» fino a diventare vera e propria candidatura, quello che emerge è che nella Cdl sono iniziate le grandi manovre in vista del voto provinciale. Alleanza nazionale tentenna, Forza Italia ci pensa, l’Udc preme mentre La Destra di Storace, per il momento, se la ride. «Evitiamo che la candidatura alla presidenza della Provincia venga discussa per via giornalistica - le parole del presidente federale di An Gianni Alemanno -. È una sfida troppo seria per leggere sui giornali di questa o quella ipotesi senza un confronto approfondito e preventivo fatto nelle sedi competenti. Rimandiamo la discussione alla cabina di regia che costituiremo a settembre».
Il gradimento per Ciocchetti arriva, invece, da Forza Italia. «La presa di posizione di Baccini - ha commentato il coordinatore regionale di Forza Italia Francesco Giro - è un dato politico rilevante. Ora è possibile chiudere un accordo condiviso da tutte le forze di centro e centrodestra per vincere le elezioni. Forza Italia ha sempre considerato con grande disponibilità una soluzione in questo senso ed è pronta a valutarla per giungere a un’intesa definitiva entro ottobre». In attesa rimane, per ora, il nuovo movimento di Storace, La Destra. «Per le elezioni provinciali di Roma - ha detto il senatore - assistiamo nella Cdl a una serie di girandole promettenti. Facciano, facciano».
Quasi un anno al voto e cominciano i primi posizionamenti nel centrodestra. E, c’è da giurarlo, quello di Ciocchetti sarà solo il primo nome a finire sulla bilancia.