Al Grassi Don Chisciotte con musiche di Bennato

Questa sera, al Pac di via Palestro, si potrà assistere a Metropolis: la fabula visionaria performance teatrale dal film di Fritz Lang e dal romanzo di Thea von Harbou.
Martedì, al Grassi, debutta Don Chisciotte frammenti di un discorso teatrale, adattamento di Rafael Azcona, Tullio Kezich e Maurizio Scaparro che ne cura anche la regia. Interpretato da Pino Micol e Augusto Fornari, con musiche di Eugenio Bennato, lo spettacolo rende omaggio al celebre antieroe per eccellenza. Il 30, alla Sala Leonardo, va in scena Ubu re, di Alfred Jarry. La commedia, originariamente concepita come spettacolo di marionette, prende di mira la stupidità e la violenza delle convenzioni sociali.
I poteri dell'anima, da domani al Teatro delle Erbe, tratta di squali e manager rampanti, vecchie volpi e consulenti marketing giovani leoni, rettili e delfini della borsa.
Martedì, al Libero, Tutta casa, letto e chiesa, interpretato da Marina De Juli, con la regia di Franca Rame, è uno spettacolo che si compone di monologhi comico-grotteschi sulla condizione femminile. Il 30, prosegue, al Teatro alle Colonne, il festival NuovEspressioni, dedicato alla nuova scena teatrale italiana, con un insolito viaggio all'interno del mondo maschile, vale a dire Il pergolato dei tigli, di Conor McPherson.
L'assoluto naturale, con Carla Chiarelli e Fabrizio Parenti, da domani al Crt Salone, è opera chiave nell'universo letterario e teatrale di un autore ancora in parte da svelare, come Parise.
Martedì, al Teatro i, va in scena l'interessante Morbid, di Fausto Paravidino, regia di Renzo Martinelli. Ambientata in un ristorante e nel suo bagno, la storia si smembra sotto un microscopio e si mostra in tutte le parti che l'hanno composta.
Il 30, al Teatro Caboto, prima di Il malato immaginario di Moliere, regia di Gigi Torinese.
Mercoledì, torna al Carcano l'ultima produzione della Compagnia del Teatro Carcano, l'Antigone di Sofocle, per la regia di Giulio Bosetti, anche interprete nel ruolo di Creonte. Il 31, al Verdi, debutta Sacco e Vanzetti, loro malgrado. Giovedì, il Teatro Franco Parenti, nella sede temporanea di via Tertulliano - Sala Pirelli, presenta Kaddish per il bambino non nato con Ruggero Cara. Questo monologo è l'adattamento di un romanzo di Kertész che esplora la possibilità di continuare a vivere a dispetto dell'orrore della Storia. Venerdì, al Teatro Studio Frigia Cinque, debutta Il giorno del papà, regia di Rossana Foresti.
Dal 2, alla Quattordicesima, la compagnia Gianni e Cosetta Colla presenta Robin Hood e la foresta di Sherwood. Sei aspiranti attori, alquanto goffi, devono rappresentare uno spettacolo sul famoso arciere. Si ritrovano così nella mitica foresta di Sherwood per distribuirsi le parti; questo luogo, però, è incantato. Venerdì, all'Oscar, sbarca uno dei musical più conosciuti, La piccola bottega degli orrori.