Grasso contro Alfano: "E' molto difficile parlare con chi ci schiaffeggia"

Il procuratore nazionale antimafia sull'atmosfera che circonda i magistrati: &quot;Difficile smorzare la tensione, è come cercare di dialogare con chi ci prende a schiaffi&quot;<br />

"Delegittimazione". Il procuratore nazionale antimafia Piero Grasso, intervenuto nell’aula bunker di Palermo al confronto con il Guardasigilli Angelino Alfano nell’ambito delle iniziative a ricordo della strage di Capaci, ha definito così l’atmosfera che circonda in questo periodo il lavoro dei magistrati. "È difficile smorzare la tensione, tenteremo, ma è come cercare di dialogare con chi ci prende a schiaffi. Dobbiamo usare il Vangelo e porgere l’altra guancia. La delegittimazione rende tutto più difficile". Le sue dichiarazioni sono state accolte dagli applausi dei ragazzi giunti a Palermo sulle navi della legalità. "Più che riforma della giustizia parlerei di riforma del rapporto tra magistratura e politica. La riforma della giustizia che i cittadini aspettano è qualcosa di diverso". A moderare il confronto, Giovanni Minoli.