«Gravi squilibri nel sistema dei diritti tv»

«L’enorme quantità di denaro che si è riversata sul mondo del calcio con la vendita individuale dei diritti televisivi e la diffusione delle immagini su diverse piattaforme ha determinato gravi squilibri per l’intero sistema». Lo ha detto il ministro dello Sport, Giovanna Melandri, nel corso dell’audizione di fronte alla Commissione cultura della Camera. «Il nuovo testo di legge - continua il ministro - nel rispetto dei principi sulla libera concorrenza agli operatori della comunicazione - dovrà in ogni caso prevedere un modello di negoziazione centralizzata dei diritti in modo da tenere conto della specificità del fenomeno sportivo».