La grazia a Sofri? Bossi: ora si può

Per la prima volta Umberto Bossi ha ieri parlato del caso Sofri e lo ha fatto «aprendo» all’ipotesi della grazia da lui in passato esclusa: «So che è in fin di vita e non si può tenerlo in carcere. Se ci fosse una richiesta di grazia io non mi opporrei e penso nemmeno Castelli».
L’ex leader di Lotta continua è intanto ancora in coma farmacologico da sabato scorso dopo l’intervento d’urgenza a cui è stato sottoposto all’ospedale Santa Chiara di Pisa per la lacerazione dell’esofago. Il risveglio potrebbe esserci lunedì prossimo se la salute di Sofri nei prossimi tre giorni non manifesterà problemi. Comunque, anche la prossima settimana sarà a rischio in quanto permarrà il pericolo infezioni. Incoraggiante l’assenza di febbre.