Graziato dall’indulto torna in galera per l’ennesima rapina

Uscito dalla galera grazie all’indulto non ha avuto la forza per lasciarsi alle spalle un passato da balordo di razza. Con un complice, assaltava banche e supermercati in serie. I due sono stati fermati dai carabinieri della compagnia di Desio. I due, stando ai riscontri investigativi, con un coltello in pugno si erano fatti consegnare duecento euro terrorizzando la cassiera dello spaccio alimentare Eurospin di Via Nazioni Unite a Seregno. Razziato l’incasso, hanno battuto in ritirata a bordo di una vecchia Fiat Uno. Percorso qualche chilometro i rapinatori hanno abbandonato l’utilitaria per proseguire la fuga in sella a due moto. Sulla supestrada Milano Meda incappano in un’auto civetta con due sottoufficiali: gli uomini del capitano Vincenzo Barbato decidono di seguirli. Chiedono rinforzi alla centrale operativa e circondano il Mc Donald’s, in cui i malviventi si erano fermati. Vengono bloccati e arrestati. Stando agli investigatori i fermati sarebbero gli autori della razzia ai danni della Banca Popolare di Luino e Varese sempre a Seregno. Sotto la sella della moto oltre a baffi e barbe finte che utilizzavano per travisare il volto, i militari hanno rinvenuto il bottino “prelevato” dall’agenzia di credito: ottomila euro in banconote fruscianti. In ogni caso gli uomini dell’Arma stanno lavorando per stabilire quali altri colpi i compagni d’avventura hanno messo a segno durante gli ultimi due mesi in Brianza e nei comuni dell’immediato hinterland di Milano.\