Grazie a donazioni e polizze l’imponibile diventa leggero

Se le detrazioni abbassano l’Irpef lorda, le deduzioni riducono l’ammontare imponibile. L’ombrello sotto cui ricadono i contributi previdenziali e assistenziali, sostenuti per sé o per i familiari a carico: dal tributo al Servizio sanitario nazionale versato con il premio Rca a quelli agricoli corrisposti all’Inps, dalle contribuzioni pensionistiche all’assicurazione Inail delle casalinghe. Per la previdenza complementare, sono deducibili fino a 5.164,57 euro; va meglio ai giovani occupati dopo il primo gennaio 2007, per i quali il limite si alza a 7.746,86 euro nell’arco dei 20 anni successivi al quinto anno di partecipazione al fondo pensione.
Novità 2009, l’aumento a 3.615,20 euro del limite di deducibilità dei contributi ai fondi integrativi del Ssn. Per diminuire ancora l’imponibile ci sono poi le donazioni: senza limiti a favore di università ed enti di ricerca, di istituzioni religiose fino a 1.032,91 euro, di Ong nella misura del 2% del reddito e di Associazioni per la promozione sociale (Aps) per un massimo del 10% del dichiarato, ma entro i 70mila euro. Per le donazioni 2008 a Onlus e ad Aps è prevista, in alternativa, la detrazione al 19 per cento.