«Grazie ragazzi», il saluto del pubblico ai Rafinha boys

«Grazie ragazzi». Questo lo striscione che i tifosi del Genoa hanno affisso all'ingresso degli spogliatoi del Pio XII per ringraziare i propri beniamini vittoriosi nel derby. A quasi ventiquattro ore di distanza straordinari per il match-winner della stracittadina Rafihna, che per la gioia di fotografi e telecamere ha ripetuto l'esultanza del gol nei pressi della bandierina del «Signorini». E pensare che il brasiliano sembrava essere in partenza ed invece è diventato almeno fino al prossimo incontro con i cugini blucerchiati l'idolo dei supporter genoani. Potere del gol in un derby.
Oltre 200 i sostenitori sulle gradinate del campo di Pegli che hanno avuto un'altra gradita sorpresa. L'attaccante argentino Boselli ha lavorato con il gruppo nel campetto in erba sintetica. Dove ha svolto anche la partitella con i compagni. Se arriverà l'ok dai medici l'ex giocatore del Wigan potrebbe fare a breve il suo esordio nel campionato italiano. Notizie positive giungono pure da Konko, che da oggi potrebbe già riprendere la preparazione con il resto della rosa ed essere abile ed arruolato in vista della sfida domenicale contro la Roma. A dirigere l'incontro contro i giallorossi è stato designato il signor Orsato della sezione di Schio. Come già ieri sera aveva fatto notare Fabrizio Preziosi sotto la Nord con il segno della mano, sono quattro i derby su sette in Serie A vinti dal Genoa sotto la presidenza appunto della famiglia Preziosi.
Miglior regalo di compleanno il patron rossoblù non poteva ricevere dai suoi ragazzi che sono stati elogiati uno per uno. Così come il tecnico Ballardini. Mentre prosegue la prevendita per la gara contro Totti e compagni (nella Roma tra l'altro saranno assenti per squalifica De Rossi, Cassetti e Rosi), dove si aspetta una buone cornice di pubblico grazie all'effetto derby, il Cams ha vietato la trasferta dei tifosi del grifone a Catania per coloro che sono sprovvisti della tessera del tifoso.