Grecia Domani l’Eurogruppo. Papandreou: pronti a nuovi sacrifici

Riunione molto delicata quella dell’Eurogruppo che domani a Bruxelles dovrà fare il punto sulla crisi dei debiti sovrani. Sul tavolo dei ministri di Eurolandia (per l’Italia sarà presente Giulio Tremonti) ci saranno le ultime previsioni economiche della Commissione Ue, che confermano come le tensioni sui mercati continuino a minacciare seriamente la ripresa dell’Eurozona. Nessuna decisione è prevista su eventuali nuovi aiuti alla Grecia (si parla di altri 60 miliardi). Ma probabilmente i Paesi dell’euro si dichiareranno pronti ad intervenire se ciò dovesse rendersi necessario. Ma la premessa è una sola: nuovi prestiti dovranno essere preceduti da nuovi sacrifici. Il premier greco George Papandreou ha ammesso la necessità di ulteriori misure per accelerare il risanamento dei conti e dell’economia, puntando in particolare sulle privatizzazioni: «Prevedo nuove correzioni al piano, lo vedremo a giugno a Bruxelles», ha spiegato.