Grecia Non esclusa una richiesta d’aiuto al Fmi

Il governo greco, di fronte al crescendo delle pressioni europee senza che si materializzi nessun piano di assistenza, dice di non escludere un ricorso al Fondo Monetario Internazionale (Fmi). Il ministro delle Finanze Giorgio Papaconstantinou, citato dai media, ha affermato durante un incontro con esponenti del partito di governo Pasok che per il momento l’unica soluzione dei problemi greci rimane all’interno dell’Ue. Ma ha lasciato aperta la porta all’ipotesi di una richiesta di aiuto al Fmi in caso «le trattative con Bruxelles non vadano nel modo giusto e la situazione peggiori ulteriormente». Un portavoce del Fmi ha ieri commentato che il Fondo è pronto ad esaminare richieste di sostegno da parte di Atene, che per il momento non sono pervenute. Secondo il Fmi, la situazione di Spagna e Portogallo è comunque diversa rispetto a quella greca.