Greggio: «Avati ha creduto in me»

Ezio Greggio lo giura: «Sono nato timido, ma lo sono rimasto poco. Il tempo di imparare un po’ di tenerezza, di sensibilità, di pudore». Parla così di sé Ezio Greggio, in un’intervista a Grazia, settimanale diretto da Vera Montanari in edicola oggi. Il conduttore tv, che racconta anche del rapporto che ha con la sua immagine di cinquantenne leggero («Non mi piace lo stile che mi hanno creato intorno, ma non mi importa), ha appena terminato di girare con Pupi Avati «Il papà di Giovanna». «Avati ha creduto in me e io sono riuscito, mi pare, a essere perfettamente credibile in un personaggio struggente».