Il greggio fa bene agli energetici

Piazza Affari, che ieri ha seguito il trend positivo delle Borse europee, ha preferito tirare i remi in barca. Risicata la variazione positiva degli indici, intorno allo 0,3-0,4%, ed in calo il volume degli scambi, indicato a 5,7 miliardi di controvalore. È rientrata la spinta sugli assicurativi, alimentata dalle Generali, con il titolo triestino che arretra dell’1%; in calo anche Fiat dell’1%, sotto quota 22 euro, ma perde quota Pirelli (meno 1,3%) dopo l’annuncio dell’acquisizione della società Usa Avanex. Pochi gli spunti tra i bancari, con Unicredit, Intesa e Pop Milano che migliorano intorno all’1%. Il forte prezzo del greggio spinge i titoli del settore. Eni è salita dello 0,64%, Snam è cresciuta del 2,6% e Saipem, che ha beneficiato anche di un report favorevole di Cazenove è aumentata dello 0,39% a 30,5 euro.