Griffe taroccate e cd falsi: dentro undici stranieri, denunciati in 33

Sono analcoliche ma in discoteca e nei pub sono utilizzate per insidiosi cocktail

Undici persone arrestate, 33 denunciate e 3500 pezzi di merce contraffatta sequestrata, tra cd, dvd, abbigliamento e bigiotteria, per 21mila euro di sanzioni amministrative. Questo il bilancio dei controlli effettuati venerdì dai carabinieri del comando provinciale di Roma contro abusivismo commerciale, pirateria audiovisiva e immigrazione clandestina. Proprio 680 tra cd musicali e film in dvd di ultima uscita sono stati fatali a un senegalese di 42 anni, arrestato in via Fermi dove è stato sorpreso mentre vendeva la mercanzia. In manette anche un clandestino cingalese 23enne che non aveva ottemperato a un decreto di espulsione, come anche un croato 55enne. Durante i controlli un pakistano di 33 anni ed un cingalese di 30 anni, entrambi gestori di due internet point di via Prenestina, sono stati denunciati a piede libero per aver permesso l’utilizzo dei computer ad alcuni cittadini extracomunitari senza identificarli. Altre due denunce in stato di libertà sono state inflitte a un bosniaco di 59 anni e a un magrebino di 22 per la violazione delle norme sull’immigrazione. A Settecamini e San Vittorino Romano arrestati due cingalesi, un senegalese e un marocchino in possesso di 1250 tra cd e dvd copiati. Solo denunciato un magrebino 32enne pizzicato con 40 compilation «pirata». A Civitavecchia denunciati a piede libero 27 stranieri per ricettazione, contraffazione e vendita di materiale audiovisivo. A Velletri arrestato un 45enne marocchino regolare che stava vendendo 530 tra cd, dvd e vhs. Infine denunciati per contraffazione un senegalese di 28 anni e due cittadini del Bangladesh sorpresi a vendere merce taroccata.