Grillo attacca ancora i politici: "Siete solo chiacchiere e televisione"

Nuovo intervento del comico genovese, dopo l'idea di assegnare un "marchio" a comitati locali e liste civiche. Nuovo attacco ai politici e alla politica: "La parata surreale dei politici la domenica in tv fa quasi compassione"

Milano - Beppe Grillo, il giorno dopo. E quello dopo ancora. Il comico genovese, dopo il "V... day" e le oltre 300mila firme raccolte nelle piazze d'Italia, prova a cavalcare l'onda. Surfista della rete, prima che della realtà, con il suo blog seguitissimo da milioni di italiani. E oggi, dopo aver lanciato l'idea del "bollino" per comitati e liste civiche che vorranno candidarsi alle prossime elezioni amministrative, attacca ancora. La classe politica. Dipingendo, nell'intervento online, un quadretto dell'informazione politica televisiva domenicale e bollando i politici italiani come "Solo chiacchiere e televisione" (parafrasando Robert De Niro ne "Gli Intoccabili") .

Il blog L'intervento, intriso di antipolitica, attacca i leader e gli uomini più in vista. "La politica, all’improvviso, è invecchiata di 10 anni scrive Grillo -. E’ nuda di fonte ai cittadini con le sue rughe, il suo belletto, le zampe di gallina intorno agli occhi, i suoi giornalisti. Le sue parole decrepite che fanno fatica a uscire dalla bocca. Sembrano le nuvole dei fumetti. Non vengono più ascoltate. La parata surreale di politici la domenica fa quasi compassione". Ce n'è per tutti. D'Alema e Berlusconi, Cesa e Veltroni, Prodi e Casini, Bossi. In attesa di sostituire la vecchia classe politica con i nuovi comitati "marchiati" e "certificati" da Grillo.