Grillo contro i rom: "Basta migrazioni selvagge"

Sul suo blog il comico attacca la politica del governo Prodi e dell'Ue: "E' un vulcano, una bomba a tempo. Va disinnescata. Si poteva fare una moratoria per la Romania, un serio controllo degli ingressi. Ma non è stato fatto nulla"

Milano - Beppe Grillo contro tutti. Oggi contro i rom. Sul suo blog il comico sceglie la linea aggressiva contro il problema dell'immigrazione dall'Europa dell'Est e dalla Romania in particolare. "Un Paese non può vivere al di sopra dei propri mezzi. Un Paese non può scaricare sui suoi cittadini i problemi causati da decine di migliaia di rom della Romania che arrivano in Italia. L'obiezione di Valium (Prodi ndr) è sempre la stessa: la Romania è in Europa. Ma cosa vuol dire Europa? Migrazioni selvagge di persone senza lavoro da un Paese all'altro? Senza la conoscenza della lingua, senza possibilità di accoglienza?".

Attacco al governo e a Prodi Il comico non si ferma: "Ricevo ogni giorno centinaia di lettere sui rom. E' un vulcano, una bomba a tempo. Va disinnescata. Si poteva fare una moratoria per la Romania, è stata applicata in altri Paesi europei. Si poteva fare un serio controllo degli ingressi. Ma non è stato fatto nulla. Un governo che non garantisce la sicurezza dei suoi cittadini a cosa serve, cosa governa? Chi paga per questa insicurezza sono i più deboli, gli anziani, chi vive nelle periferie, nelle case popolari. Una volta i confini della Patria erano sacri, i politici li hanno sconsacrati".