La grinta di Amg (Mercedes) sulla C63

da Milano

Il marchio Amg nasceva 41 anni fa come studio di ingegneria per lo sviluppo di motori e vetture di alte prestazioni, partendo da una base Mercedes. La Amg è rimasta indipendente fino al ’99, pur avendo sempre operato su meccaniche Mercedes. Il 1° gennaio ’99, però, quello che era un accordo di collaborazione con Mercedes si è trasformato in un’acquisizione vera, che ha portato Amg a diventare la divisione hi-performance di Stoccarda.
Ciò ha assicurato mezzi finanziari tecnici molto più ampi che in passato, al punto di consentire la messa in produzione di un V8 esclusivo di 6.2 con distribuzione bialbero, induzione a quattro valvole e cambio automatico Amg Speedshift. Il raffinato pacchetto hi-tech, accreditato di una potenza di ben 453 cv con coppia massima di 600 Nm, è andato a equipaggiare progressivamente sempre più modelli Mercedes Amg, dimostrandosi sempre superbamente in grado di fornire prestazioni semplicemente affascinanti. Ora è approdato anche sulla nuova Classe C, e il risultato è stato semplicemente formidabile. La presentazione ha preso le mosse dal nuovo Centro Mercedes di Milano, di cui un’area è dedicata ai clienti Amg. La C63 Amg è disponibile berlina e wagon, in esecuzione standard oppure Performance. I prezzi vanno da 70mila euro per la berlina a 71mila per la wagon, mentre la maggiorazione per l’esecuzione Performance è di 9mila euro.
La C63 Amg, che nei mesi scorsi si è fregiata del titolo di «Auto Europa Tuner», promosso dalla Uiga, è una vettura elegante, sobria, che lascia intuire i propri muscoli solo in alcuni dettagli dell’assetto, doverosamente grintoso e sportivo, vista la cavalleria che deve tenere a bada: sospensioni abbassate, impianto frenante Brembo Corsa, ruote da 18 pollici (optional 19 pollici) su cui sono calzati pneumatici super ribassati da 235/40-18 e 255/35-18, rispettivamente anteriori e posteriori. L’interno presenta un livello di finizione esemplare, con accenti hi-tech.
Il propulsore è poderoso, quasi irruento, capace di accelerare da 0 a 100 in soli 4,5 secondi. Il cambio automatico con convertitore di coppia idraulico ha una azione rapida e silenziosa.