Grinta SPALLETTI: «Magnifica reazione»

Un grazie speciale al goleador Panucci: «La sua esperienza è stata fondamentale»

Finché c’è Panucci (e Camoranesi) c’è speranza. L’incornata del difensore sull’1-1 contro l’Empoli nel deprimente pantano dell’Olimpico con una Roma stanca e in inferiorità numerica è sembrato un segnale positivo. Rafforzato dalla bella prestazione della Juventus che ieri sera ha fermato l’Inter grazie ai gol di Camoranesi e Trezeguet e riportato la Roma a - 4 dai nerazzurri. Spalletti a fine gara ha l’aria furbetta di chi ha scampato il pericolo e non vede l’ora di andare a casa a tifare Juve sul satellite. Non prima però di aver fatto la conta degli infortunati (Juan) e delle squalifiche contro il Cagliari (gli ammoniti De Rossi e Vucinic oltre all’espulso Perrotta). Ed è proprio il cartellino rosso al campione del mondo che brucia maggiormente. «Sull’espulsione di Simone - esordisce il tecnico giallorosso - posso dire che secondo me è solamente un fallo tattico, stavano partendo in contropiede. Insomma non mi sembra un intervento da cartellino rosso».
Partita rognosa dove la differenza l’ha fatta l’esperienza dei giocatori della Roma. «Sono anni che faccio questo lavoro e non ho mai trovato una partita facile - continua - soprattutto con squadre come l’Empoli che giocano all’ultimo sangue. Faccio i complimenti ai miei giocatori, tanto di cappello per la reazione che hanno avuto».
Sull’1-1 la sensazione di una partita stregata era generale. «So bene quanto conta l’esperienza quando sei in difficoltà e non riesci a giocar bene, a far tua la partita - analizza - non a caso la rete del 2-1 l’ha segnata Christian. Abbiamo saputo reagire, perdere il derby ti toglie qualcosa nell’entusiasmo».
Nel primo tempo, dagli spalti dell’Olimpico è arrivato persino qualche fischio: «Può accadere quando ci si abitua a vincere spesso, ma è stato solo per alcuni momenti - conclude Spalletti-. Quando siamo rimasti in dieci, il pubblico ci ha dato una spinta eccezionale. Ai tifosi dico che se ci spronano come nel secondo tempo ci danno una grossa mano, ma se invece ci fischiano come all’inizio ci trasmettono tensione e con squadre come il Manchester potrebbero essere guai seri». Pubblico avvisato.