«Grm experience»: concerto per pc e amplificazione

Note create al computer, rimandate da un’orchestra di amplificatori legata a un sistema di altoparlanti, per creare un suono unico e sorprendente. È «Grm experience», domani alla Sapienza, concerto di chiusura della Iuc (Istituzione Universitaria dei Concerti) di tre fra i massimi esponenti della musica elettronica di oggi, Christian Fennesz, Mika Vainio e Christian Zanesi, per la prima volta insieme in Italia. Il progetto proporrà live l’esperimento creativo pubblicato nel 2004 per l’etichetta Signature di Bruno Letort, ideato dall’austriaco Fennesz, chitarrista e sound artist viennese, Vaino, dello storico duo finlandese dei Pan Sonic, e Zanesi, proveniente dal Groupe de Recherchers Musicales (Grm) di Parigi, tempio mondiale della musica elettronica, dove è nata la «musique concrete».
«Siamo tra le poche istituzioni che hanno un grande pubblico anche per i compositori contemporanei - spiega il compositore Nicola Sani, consulente artistico della Iuc. Sono d’accordo con Boulez quando dice che “la musica contemporanea non va nascosta nei programmi, ma esibita sfacciatamente”».