Groenink: un’Opa su montagne russe

Antonveneta

«Acquisire Antonveneta? È stato come andare sulle montagne russe». Così ha esordito Rijkman Groenink, numero uno di Abn Amro all’arrivo nella sede dell’istituto padovano per la sua prima visita dopo la vittoria su Bpi. L’incontro con lo staff ha poi seguito toni più protocollari. Groenink ha confermato il radicamento italiano e veneto della banca, e la focalizzazione su famiglie e piccole-medie imprese. «Sono stato qui - ha detto Groenink - per ringraziare lo staff che ha continuato a occuparsi della clientela in un momento molto difficile. Ho riconfermato la nostra determinazione a mantenere lo status italiano di Antonveneta. Una banca italiana in Italia». Il presidente di Abn Amro ha incontrato anche i rappresentanti del personale: «l'ho fatto - ha spiegato - perché voglio che familiarizzino con la cultura di Abn. A chi gli chiedeva di parlare del futuro di Interbanca, la merchant bank di Antonveneta, Groenink ha osservato che «è troppo presto per parlarne, è un momento di incertezza».